Sul #romanzo contemporaneo

Standard

Interessanti argomentazioni da leggere per riflettere un pò

Casa, Home

I giorni si fanno sempre più oppressi da una stanchezza senza nome. Il fatto è che avverto la necessità – e di qui la stanchezza – di capirci qualcosa, almeno nel romanzo. Negli ultimi tempi ho l’impressione che il cammino del romanzo sia un falso movimento. Ma, ripeto, potrebbe dipendere dalla mia posizione marginale nella marginalità e dalla cronaca quotidiana della mia fatica personale. Detto questo, appunto, è indubitabile che il romanzo contemporaneo si sia assestato su una linea di assalto e sfondamento che preveda l’irruzione, tanto nella poetica quanto nell’ermeneutica, di oggetti indefinibili, rimasugli cosmici, residui culturali, onnidirezionali per giunta. Il romanzo si sottopone a una carica centrifuga, un’esplosione di focalizzazioni, punti di vista, voci narranti, sensi, perfino aperture culturali alternative adottate e intraprese con la più disinvolta e selvaggia cavalcata dei punk.

View original post 1.005 altre parole

Annunci