Anna Maria Vernuccio

Standard

10532921_10202675828845364_1655260127372486922_oBiografia: Da bambina mia madre mi chiamava “topolino”, perché ero sempre rintracciabile in qualche angolo di casa a leggere qualche libro, con i miei occhialini da riposo (obbligatori, dato il troppo leggere).
Nata a Napoli 65 anni fa, lì ho completato gli studi tecnici, con l’intento di accedere alla svelta al mondo del lavoro per affrancarmi dalla famiglia e ottenere l’indipendenza. Ho finito col fare la mamma (di un’unica e bellissima figlia) e la moglie a tempo pieno.
Oggi ho scoperto che, oltre a leggere i libri con piacere, mi piacerebbe scriverne uno mio, ma per ora “scribacchio” delle poesie e dei racconti brevi con i quali partecipo a qualche gara. Non ne ho vinto ancora nessuna, ma ho avuto qualche bel piazzamento.
Pubblicazioni in varie Antologie con Bravi Autori “L’Anno della Luce”, Storie vagabonde, “Post”office, Racconti in cucina, Vivo da Poeta, e Dritto al cuore (a scopo benefico),I Sogni sono come le farfalle.
Chi l’ha detto che a 65 anni non si può ancora sognare?

Poesie

Allo specchio

Mi guardo allo specchio
e ciò che vedo non mi piace!
Non certo l’aspetto, il viso, le rughe…
Lo so son cambiata e lo do per scontato.
Io guardo i miei occhi e
assente è la luce che un tempo vedevo,
quel sorriso che ornava il mio volto.
Quante promesse non mantenute,
quanti sogni non realizzati,
ed ognuna di queste cose ha mutato
il mio aspetto attuale.
Mi guardo allo specchio
e in quel che vedo non leggo futuro,
ma tutto sembra uguale
a chi guarda soltanto con gli occhi.
Ho bisogno di qualcuno
che mi guardi incantato,
con l’amore nel cuore ,
e sei tu che puoi farlo.
Ho ancora così tanto
da dare ai miei cari,
sorrisi ed abbracci da dispensare,
lacrime da asciugare e parole per confortare.
Mi guardo allo specchio e penso…..
forse se entra un raggio di sole
splenderanno di nuovo i miei occhi
di pagliuzze dorate!

✿◕‿◕✿ ❀◕‿◕❀ ❁◕‿◕❁ ✾◕‿◕✾

Una nuova rete

Ho visto sulla spiaggia
un vecchio pescatore che,
con gesti lenti e precisi,
dipanava una rete e
con pazienza e precisione
rattoppava grossi buchi.
Sembra che la sua stessa vita
sia riposta nel lavoro
affidato alle sue mani.
Come simile al suo
vedo il mio lavoro!
L’impegno costante
che metto nel rappezzare
i brandelli della mia vita.
Sarà la nuova rete
a darmi le occasioni
per crearmene una nuova.

✿◕‿◕✿ ❀◕‿◕❀ ❁◕‿◕❁ ✾◕‿◕✾

I ricordi

Ero immersa in un sogno
e correvo, correvo,
sollevando polvere nel vento,
chiamando il tuo nome.
Udivo l’eco della mia voce
che urlava al mondo
la mia solitudine.
Quanto tempo è passato
e ancora allungo la mano,
in questo letto troppo grande,
a toccare il vuoto
che tu hai lasciato.
Avevo ancora tante cose da dirti,
ma “c’è tempo” pensavo e invece
ora che non ci sei più,
mi rimangono solo i ricordi
a cui attingere la forza
per non cadere nel baratro
della mia incompletezza.
Li ho racchiusi in uno scrigno
per ricordare e non dimenticare
e mi aggrappo al silenzio
reinventando le parole
che il tempo ha ormai cancellato.